Italiano German English Dutch
   
  Filetti di lavarello croccanti su quenelle di patate e porcini  
  Realizzata da: Ristorante Alla Fassa - Brenzone  
  In collaborazione con: Pescherie Viviani - Frantoi Redoro - Cantine Tinazzi  
  
  
  
  INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
3 filetti di lavarello
400 gr patate bollite
100 gr porcini freschi
q.b. purea di porcini
q.b. pan grattato
q.b. prezzemolo
q.b. sale
q.b. aglio
q.b. crema di lamponi
q.b. Olio Extravergine d'Oliva del Garda Dop  
 
 
 PRODOTTI BASE 
   
 Lavarello del Garda - Pescherie Viviani 
 Il lavarello è una specie immessa nel Garda dall'uomo nel 1918. La carne è bianca, morbida e delicata, non grassa e quindi facilissimamente digeribile e quasi priva di spine. Il periodo di maggior bontà delle carni è nei mesi di luglio ed agosto. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
 Olio Extravergine d'Oliva Garda Dop - Frantoi Redoro 
 I Frantoi Redoro sono i primi ad aver ottenuto nel 2013 la qualifica di Eccellenza dell’Olio Extravergine d'Oliva Garda Dop, rinomato per la bassa acidità e le note fruttate. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
 Bardolino Chiaretto Dop Campo delle Rose - Cantine Tinazzi 
 Questo vino è ottenuto da uve provenienti dai vigneti di proprietà della Famiglia Tinazzi a Valleselle, sulle colline di Bardolino. Ha un profumo floreale, come suggerisce il nome stesso, con sentori di rosa. Il sapore è fruttato e vivace. La sua caratteristica principale è quella di potersi abbinare sia a piatti delicati con carni bianche o pesce di lago, o grazie alla sua struttura, anche a piatti più saporiti. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
  PREPARAZIONE:  
  1. Per prima cosa sfilettare il pesce: incidere sotto la branchia e tagliare lungo la spina centrale verso la coda. Lo stesso dall’altro lato. Adesso rimuovere le lische più grosse, poi la pelle. Con una pinza togliere le lische più piccole e i filetti sono pronti. È possibile acquistare i filetti già pronti in pescheria.
2. Preparazione delle quenelle: in una casseruola versare dell’Olio Extravergine d'Oliva del Garda Dop, soffriggere uno spicchio d’aglio poi aggiungere i porcini precedentemente puliti e tagliati a fettine sottili. Quando i porcini iniziano a dorare, aggiungere del sale e, a fine cottura, del prezzemolo. Versare il tutto su un tagliere, togliere l’aglio e tagliare finemente. Unire i porcini alle patate bollite e schiacciate, aggiungere sale, un po’ di prezzemolo e mescolare. Con due cucchi formare degli ovali con l’impasto di patate e porcini e adagiarli sul piatto.
3. Preparare i lavarelli: passare i filetti nel pan grattato. Il pane dev’essere grattugiato finemente. In una casseruola versare dell’Olio Extravergine d'Oliva del Garda Dop. L’olio deve essere ben caldo per evitare che il pesce lessi. A questo punto, quando l’olio è bello liquido, aggiungere i filetti impanati. Cuocere 3 / 4 minuti per lato o finché entrambe i lati siano belli croccanti.
4. Preparazione del piatto: mettere sul piatto le quenelle di patate, aggiungere poi i filetti croccanti. Guarnire con della crema di porcini fatta con dello scalogno e dei porcini, cotti e frullati. Qualche goccia di crema di lamponi che dà un tocco acidulo alla ricetta. Qualche foglia di prezzemolo, un filo d’Olio Extravergine d'Oliva del Garda Dop e il piatto è pronto.
 
 
  PRESENTAZIONE DEL PIATTO:  
  Questo piatto è molto bello e coreografico, i prodotti del territorio sono abbinati tra di loro in un modo originale, il sapore è unico.
Il lavarello ha un sapore molto delicato. Si sposa bene col gusto deciso dei funghi porcini.
L’olio extravergine d’oliva del Garda, rinomato per la bassa acidità e le note fruttate, versato crudo, valorizza e armonizza il sapore dei vari ingredienti.
Questa ricetta si abbina bene ad un Bardolino Chiaretto Dop Campo delle Rose delle Cantine Tinazzi. Questo vino è ottenuto da uve provenienti dai vigneti di proprietà della Famiglia Tinazzi a Valleselle, sulle colline di Bardolino. Ha un profumo floreale, come suggerisce il nome stesso, con sentori di rosa. Il sapore è fruttato e vivace, quindi si sposa molto bene col gusto delicato del lavarello, ma essendo un vino di struttura sta benissimo anche con il sapore deciso dei porcini.