Italiano German English Dutch
   
  Risotto in forma di Grana Padano con faraona glassata al vino rosso  
  Realizzata da: Ristorante Risorgimento - Sirmione  
  In collaborazione con: Consorzio Tutela Grana Padano - Riseria Campanini - Cantine Zenato  
  
  
  
  INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
80 gr di Riso Carnaroli
1 bicchiere di vino bianco
q.b. vino rosso
q.b. fondo bruno di vitello
40 gr. di petto di faraona
1/2 forma di Grana Padano
q.b. brodo di carne
q.b. sale e pepe
q.b. burro
q.b. cognac  
 
 
 PRODOTTI BASE 
   
 Grana Padano DOP - Consorzio Tutela Grana Padano 
 Grana Padano è protagonista della cultura gastronomica: a scaglie, grattugiato o in bocconcini, da solo o in una ricchissima serie di abbinamenti dagli antipasti al dessert. È la DOP più consumata nel mondo. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
 Riso Superfino Carnaroli - Riseria Campanini 
 Il Riso Superfino Carnaroli è eccellente nella tenuta di cottura ed è adatto per la preparazione di qualsiasi piatto, soprattutto per risotti ben sgranati. Il chicco è bello, compatto, cuoce uniformemente ed assorbe il sapore dei condimenti in modo omogeneo. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
 Cresasso IGT - Cantine Zenato 
 Questo vino nasce nella tenuta Costalunga a Sant’Ambrogio, una zona collinare a 300 metri sul livello del mare, nel cuore della Valpolicella. È un vino di estrema eleganza ed equilibrio, con un’ottima struttura, adatto al lungo invecchiamento. È una corvina ricca, sapida e non troppo tannica. La buona alcolicità, ed un corpo con aromi ricchi gli regalano un finale piacevolmente lungo. 
 Vai alla scheda del produttore 
 
  PREPARAZIONE:  
  1. Per prima cosa soffriggere la cipolla tritata con una noce di burro. Quando la cipolla è dorata, aggiungere il riso e farlo tostare. Quando il riso è tostato, sfumare con del vino bianco. A questo punto aggiungere del brodo di carne di tanto in tanto per continuare la cottura. Dopo 15-20 minuti il riso è pronto. Il riso va lasciato morbidissimo e versato nella mezza forma di Grana Padano per la mantecatura. Il riso va mosso velocemente per evitare che si formino i grumi.
2. Mentre il riso cuoce si passa a glassare la faraona. In una padella antiaderente, sciogliere una noce di burro, inserire il petto di faraona e aggiungere del sale. Quando la faraona è dorata su entrambe i lati va tolta dal fuoco e tagliata a fettine sottili. Il cuore de petto di faraona deve rimanere morbido per evitare che si secchi. Per la glassatura: in una nuova padella antiaderente scogliere una noce di burro. Posizionare le fettine di faraona nella padella col burro. Flambare con un po’ di cognac. Aggiungere il vino rosso ed il fondo bruno di vitello. La glassatura va fatta a fuoco lento per permettere alla faraona di cucinare e di glassare allo stesso tempo.
3. Preparazione del piatto: versare il riso nel piatto e aggiungere la faraona glassata.
 
 
  PRESENTAZIONE DEL PIATTO:  
  Questo è un piatto è decisamente coreografico, quindi ottimo per stupire degli amici per un pranzo o una cena.
Il profumo del riso caldo nella forma di Grana è veramente fantastico. Ottima la scelta di Amedeo di utilizzare il Carnaroli, tipo di riso che tiene bene la cottura, il riso resta sgranato e sodo.
Questo piatto molto ricco e saporito si abbina perfettamente ad un vino rosso importante, il Cresasso delle Cantine Zenato, azienda radicata nel territorio veronese. Il Cresasso è una corvina in purezza, dal profumo fruttato e dal sapore vellutato e pieno.